Questo sito utilizza i cookie per monitorare le visite. Proseguendo la navigazione accetti.

Verbale assemblea Savona 28/11/09

 Sono presenti: Andrea Fusco (responsabile rapporti IFSP),Laura Barutta (segretaria),LucaFrancini (tesoriere),Carlo Stefano Ramponi (pubbliche relazioni),Angela Scariato (socia ordinaria),Daniela Sbetti (socia ordinaria),Elena  Dovetta (referente nazionale)

Gianluca Rossi delega Dovetta Elena, Lorenzo Visconti delega Carlo Ramponi 

Relazione del Presidente:

 

  • relazioni con l’università

  • panorama internazionale

  • dettagli sul bilancio e approvazione del bilancio

  • report competenze fisioterapista dello sport

   Relazioni con l’AIFI  Carlo Ramponi:  Riunione con i responsabili dei GIS

   Riunione con l’Università Pisa, Siena, e master patrocinato dalla Bicocca,  per portare i requisiti internazionali del fisioterapista sportivo all’interno degli insegnamenti dei master universitari. 

    Ideazione di un Format da parte da parte del Gis Sport da presentare nei Corsi di Laurea di Fisioterapia.

   Proposta di formare dei moduli autoconclusivi, da proporre ai colleghi,  questo presuppone però secondo fusco  un aumento delle iscrizioni, secondo la collega Sbetti questi moduli servono per aumentare le iscrizioni. La collega Sbetti si rende disponibile  a  proporre dei moduli. Il programma del corso deve andare dalla valutazione al trattamento, con esame. Il costo dei moduli  può essere 40 euro per gli iscritti al Gis Sport, per i non iscritti 50 euro.

   Fusco relaziona su incontro WCPT – IFSP, a livello internazionale la WCPT sta decidendo che hai gruppi IFSP si possano iscrivere anche i fisioterapisti non iscritti alle associazioni nazionali (AIFI).

Per la WCPT un fisioterapista deve avere l’80% dei requisiti specifici individuati non solo aspetti formativi ma anche di esperienza clinica con sportivi, anche aspetti culturali   per essere full member.

Il Portfolio ha anche la funzione di autovalutazione rispetto alle tue competenze. Bisogna incoraggiare a iscriversi i colleghi che  hanno meno competenze in merito alla riabilitazione sportiva per crescere nella propria formazione.

A Madrid la IFSP incoraggia  a promuovere il gruppo.

La IFSP per acquisire i requisiti dell’80% delle competenze potrò partecipare a moduli organizzati in altri stati, valutati dalla IFSP.

IFSP spinge per il censimento dei fisioterapisti in ambito nazionale.

    Fusco propone di organizzare un censimento dei fisioterapisti dello sport in collaborazione con un progetto di ricerca con il CONI, Gis Sport, unige, tramite un questionario online.   

    Luca Francini relaziona sul bilancio.

Votazione del bilancio: bilancio approvato ad unanimità.

   Obiettivi 2010 riuscire stabilire in ambito sportivo ufficiale i fisioterapisti sportivi, aumentare gli iscritti, far conoscere il Gis Sport agli studenti all’interno del corso di laurea di base. Scariato, parla della sensibilizzazione dei neo fisioterapisti rispetto all’ iscrizione all’AIFI,  e porta l’esempio del corso di roma di Di giacomo che è gratuita  e porta più di 1000 iscritti.

 

Fusco punta sul data base per stimolare l’iscrizione, essere presenti sul data base non vuol dire necessariamente essere full member.